domenica 17 marzo 2013

OKRA a PRIMAVERA

L’esperienza che vi racconteremo vede come protagonista una verdura, di origine africana, che si chiama Okra, questo ha una forma particolare che ricorda un po’ un peperoncino e se tagliato a metà crea una carina forma a fiorellino. 
Viaggiando sul web siamo venute a conoscenza di questo frutto e dopo aver scoperto dove poterlo acquistare siamo andate nel primo negozio di alimentari etnici e l’abbiamo comperato. Questo frutto è stato proprio essenziale nell’attività primaverile che abbiamo proposto. 
Marzo è il mese del risveglio, gli alberi sono punteggiati da piccole gemme che diverranno fiori e foglie. L’atmosfera è frizzante in attesa delle belle giornate sia noi che i bambini sentiamo qualcosa di diverso nell’aria, sì, perché sta per arrivare la primavera!
Dopo aver spiegato con una fiaba questa splendida magia ai bambini, abbiamo raccolto dei rametti pieni di gemme.
Le gemme sono belle ma i fiori ancor di più, così abbiamo pensato di accelerare i tempi di madre natura e di creare dei colorati fiori intorno al rametto.
Abbiamo attaccato il rametto sul foglio bianco, con un po’ di nastro adesivo, dopo di che abbiamo dato a ciascun bambino un pezzetto di okra e un piattino con un po’ di colore. 
I bambini hanno intinto l’okra sul colore e hanno iniziato e fare liberamente tanti piccoli stampi intorno al rametto, che bella sorpresa è stata vedere che quel pezzettino di frutto, così strano e nuovo, rilasciava sul foglio la forma di tanti fiorellini colorati.
 La primavera così è giunta anche nella nostra classe :)
Stampare con le verdure piace molto ai bambini e sono molte le verdure che tagliate in modi diversi ci donano le più svariate forme, per la gioia dei bambini e perche no anche la nostra . 
Bruno Munari a dedicato a questa bellissima esperienza il libro Rose nell'insalata. Condividiamo con voi l'esperienze che hanno raccontato nei loro blog  Madre Creativa e Le Bianche Margherite.

A presto
Natty ed Elisa

immagine okra tratta da google

8 commenti:

  1. Non conoscevo questo frutto e l'effetto che si ottiene è davvero bellissimo!
    Grazie per la citazione che mi ha permesso di scoprirvi!
    Donata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Siamo rimaste incantate dal tuo blog e dalle tue dolci creazioni :)

      Elimina
  2. Una bella attività ispirata da un grande maestro come Munari!
    Vi ringrazio perchè ho imparato una cosa nuova: ignoravo l'esistenza dell'okra...
    Un saluto.
    Nadia

    RispondiElimina
  3. Vi chiedo scusa ma il mio account yahoo è temporaneamente bloccato. Vi rispondo appena ci riesco!!!

    RispondiElimina
  4. chi, come voi, cita Munari ha tutto il mio rispetto
    spero avrete voglia di visitare il mio blog, ci sono un po' di cose che magari vi potrebbero essere utili...io intanto mi inserisco fra i vostri fallower

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela! Grazie della visita e delle tue parole!

      Elimina